Abbigliamento moto: perchè, secondo me, il laminato è la scelta migliore

Discussioni su abbigliamento moto e suoi accessori
Rispondi
Avatar utente
davide06
Amministratore
Messaggi: 45
Iscritto il: giovedì 6 luglio 2023, 14:07
Località: Cassino (FR)

Abbigliamento moto: perchè, secondo me, il laminato è la scelta migliore

Messaggio da davide06 »

Ciao a tutti,

oggi voglio portare un argomento molto tecnico, dove spero si possa creare un argomento di discussione costruttivo anche per aiutare i neofiti che si stanno introducendo a questo mondo.

Io stesso ricordo tutte le difficoltà e gli acquisti errati fatti negli anni, probabilmente dovuto in primis, ad una carenza di offerte ed in secondo luogo, a semplici trovate di marketing racchiuse dietro la parola "waterproof".

Partiamo proprio da questo: il peggior incubo di un motociclista è ritrovarsi bagnato durante un viaggio, ad ognuno di noi (o quasi) sarà capitato e solo a scriverlo ricordo perfettamente la sensazione di disagio che si prova...

Il 70% dell'abbigliamento da moto "waterproof" è effettivamente waterproof solo se il giorno dopo non dovete viaggiare: infatti lo strato impermeabile è posto dietro al primo stato in materiale tecnico (solitamente cordura), quindi il primo strato sarà totalmente inzuppato e voi vi sentirete come uno scolapasta ambulante con una zavorra d'acqua, senza contare la sensazione di bagnato che si prova.

Immagine

Per far fronte a tutto ciò, sono state proposte diverse soluzioni, ma soprattutto sta prendendo sempre più piede l'abbigliamento laminato; ma cosa vuol dire?

Tale termine si riferisce al modo in cui la membrana impermeabile è applicata al tessuto esterno: è letteralmente laminata o unita al tessuto esterno e protetta da un altro tessuto portante contro i danni (cordura solitamente) e tutti i punti di cucitura sono resi impermeabili da nastrature.
Ciò garantisce un'asciugatura più rapida grazie al minor assorbimento d'acqua e contemporaneamente non c'è il trasferimento dell'umidità al corpo, grazie ad uno strato che non fa passare l'acqua, ma permette il passaggio del sudore. Stiamo parlando del Gore-tex o tessuti simili.

Copio ed incollo da Wikipedia:
Il Gore-Tex è composto da politetrafluoroetilene (PTFE) espanso termomeccanicamente. Il tessuto vero e proprio è poi costituito da dieci membrane di Gore-Tex ciascuna delle quali presenta circa 9 miliardi di microscopici fori per pollice quadrato. Proprio questi fori permettono la traspirazione mantenendo l'impermeabilità del materiale.
Qui un'immagine del suo funzionamento
Immagine

Lo svantaggio principale del Gore-Tex è il costo, per questo negli anni sono nati sempre più tessuti simili, ad esempio il Sympatex, Raintex, Dintex ecc ecc.
Sulla carta, il Gore-Tex dovrebbe essere il più traspirante, ma di questo non ne ho l'assoluta certezza non avendoli provati, pertanto vi riporto la mia personale opinione con il Raintex.

La mia scelta è ricaduta sul completo Macna Ultimax avendolo trovato in super offerta speciale e con il quale ho affrontato il mio viaggio a Caponord.

Il capo regge bene fino a 3-5 gradi (guida autostradale), dopodichè è necessario indossare un intimo termico.

Ho beccato parecchia acqua, non è mai entrata acqua nelle tasche o all'interno del completo stesso, non ho mai avuto la sensazione di bagnato e si asciugava veramente in poco tempo, anche lasciandolo in tenda.

L'unica nota dolente: purtroppo in estate si suda, anche con tutte le prese d'aria aperte, le ore più calde d'estate fai la sauna...magari è colpa mia che sopporto veramente poco il caldo, però devo dire che è un capo progettato veramente bene per quello che costa.
Alla fine anche con una giacca traforata soffro il caldo, anche se ovviamente molto di meno.

La traspirabilità comunque è presente: paragonandolo all'antipioggia, con questo anche dopo diverse ore in sella (parliamo di mezze stagioni) non ho mai sudato, mentre prima quando usavo l'antipioggia anche come strato "termico", mi ritrovavo bagnato non appena le temperature si alzavano.

In futuro proverò sicuramente il Gore-tex Pro e potrò fare una comparazione onesta, nel frattempo mi ritengo pienamente soddisfatto considerato anche il costo (544 euro per giacca + pantalone) + 30 euro di bretelle.

Ho riassunto qui sotto tutti i pro ed i contro delle altre soluzioni, così da avere una lettura più snella.

ANTIPIOGGIA
PRO
- Costa poco
- Occupa relativamente poco spazio (dipende dal vostro modo di viaggiare)
CONTRO
- Devi fermarti per metterlo
- Solitamente è largo e svolazza
- Poco traspirante

Nel mio caso c'era un grosso contro: avendo il 47 di scarpa, ogni volta che dovevo infilare il pantalone, dovevo sedermi per forza e ci mettevo un casino di tempo...dovessi farlo sotto la pioggia equivarrebbe a non indossarlo...
Lo uso nei giri quotidiani, quando devo andare in palestra e posso togliere e mettere le scarpe al volo, poi fa comodo averlo nel bauletto magari in estate, quando la scarpa (non lo stivale) ne agevola l'inserimento.

ANTIPIOGGIA INTERNO AL CAPO
PRO
- Ce l'hai sempre sulla giacca/pantalone
- Occupa poco spazio (dipende dal vostro modo di viaggiare)
CONTRO
- Devi fermarti per metterlo
- Nel caso tu l'abbia internamente al pantalone, dovrai spogliarti per metterlo all'esterno...

Questa soluzione è un ottimo ibrido, ma lo svantaggio del pantalone è troppo importante (almeno nel mio caso)

CAPO LAMINATO
PRO
- Laminatura diretta del tessuto impermeabile sulla giacca
CONTRO
- Costo maggiore (anche se non sempre è vero)
- Meno traspirante

Voi cosa ne pensate? Siete d'accordo?
Avatar utente
Ettore Hungrybiker
Amministratore
Messaggi: 173
Iscritto il: venerdì 7 luglio 2023, 21:40

Re: Abbigliamento moto: perchè, secondo me, il laminato è la scelta migliore

Messaggio da Ettore Hungrybiker »

Ottima analisi Davide ! 💪💚
Avatar utente
paolo2145
Messaggi: 9
Iscritto il: sabato 20 gennaio 2024, 22:32
Località: San Lazzaro - BO
Contatta:

Re: Abbigliamento moto: perchè, secondo me, il laminato è la scelta migliore

Messaggio da paolo2145 »

I miei primi vent'anni di moto, secolo scorso, sono stati all'insegna del troppo freddo, bagnato, troppo caldo, insomma ci si accontentava e un po' si soffriva, bagnandosi dentro all'antipioggia Rukka non traspirante da cui si usciva come da un acquazzone..
Per non parlare del freddo alle mani e dell'imbacuccamento che serviva solo a farmi sentire come uno spaventapasseri obeso.
Con la fine anni 90 tutto è cambiato, in meglio, specialmente per il freddo e la pioggia (e la neve).
Ho sempre avuto abbigliamento Spidi e Dainese, ho sempre evitato BMW anche nel mio ventennio BMW, capi ottimi ma troppo cari: mi sono sempre posto dei limiti di spesa sia per le moto che per le altre cose della vita.
Negli ultimi anni ho scoperto Clover con la giacca Crossover WP4, sono ancora Spidi con i calzoni invernali (H2out con i suoi limiti di traspirazione), guanti cinesi a batteria, stivali TCX gore-tex.
Ho altre 2 giacche Clover, una per stagione intermedia e una traforata, e una giacca in pelle, oltre a un paio di calzoni pure Clover traforati.
Quello che mi manca è solo un sovracalzone laminato, con cerniere che mi permettano di indossarlo senza difficoltà in caso di pioggia.
La giacca Crossover è in laminato ma le varie cerniere non sono a tenuta d'acqua, la giacca antipioggia va indossata internamente alla giacca e sopperisce al problema delle cerniere; io preferisco indossarla esternamente al bisogno o come antivento/antifreddo.
Finirò la mia carriera così, supersoddisfatto in ogni occasione, senza svenarmi per capi di categoria superiore.
Avatar utente
Ettore Hungrybiker
Amministratore
Messaggi: 173
Iscritto il: venerdì 7 luglio 2023, 21:40

Re: Abbigliamento moto: perchè, secondo me, il laminato è la scelta migliore

Messaggio da Ettore Hungrybiker »

Assolutamente condivisibile Paolo...👍
Avatar utente
Gunther
Messaggi: 16
Iscritto il: mercoledì 13 settembre 2023, 22:03
Località: Correggio
Contatta:

Re: Abbigliamento moto: perchè, secondo me, il laminato è la scelta migliore

Messaggio da Gunther »

Ciao Davide, ho affrontato questo problema diverse volte.
Sono d'accordo con la tua disamina.

Se consideriamo che
- la maggior parte dei motociclisti usa la moto solo alcuni mesi l'anno, e se piove, semplicemente, non esce
- le case costruttrici hanno l'obiettivo primario di vendere e secondario di soddisfare le esigenze dell'acquirente
abbiamo che i negozi sono pieni di capi molto belli ma poco tecnici

il problema è quello che hai descritto:
in caso di caduta/incidente il capo all'esterno deve avere un materiale protettivo, perché è il primo che deve intervenire
in caso di pioggia il capo all'esterno deve avere un materiale antiacqua perché è il primo che deve intervenire

Ci sono aziende che sono fatte in primis da motociclisti stessi, come touratech, e che hanno sviluppato completi che finalmente superano il problema ma, essendo poche (o avide) vogliono straguadagnarci. Tante persone ritengono che la sicurezza vada al primo posto, per cui acquistano completi come la companero WEATHER di touratech che è realizzata con un super tessuto composto da gorotex e cordura totalmente impermeabile e traspirante, e costa circa 1.300 euro. Naturalmente a questi devono aggiungersi altri 1.300 euro della companero SUMMER, il completo estivo con le protezioni, che va sotto, e che si può attaccare al superiore attraverso dei bottoni a pressione. Hai così realizzato la companero WORLD, ovvero weather + summer.
Prodotti come questo sono molto venduti, più di quanto si possa pensare

Io ho fatto altre scelte: per i miei viaggi invernali ho un completo di marca tedesca non nota (A-4 functional design): , economico, impermeabile e molto caldo. Non traspirante. Ricordo che anni fa pagai 180 il pantalone e 400 la giacca. Non mi son mai pentito, tutti coloro che mi hanno chiesto consigli e l'hanno comprato poi ne sono rimasti soddisfatti (nota simpatica: un grosso vantaggio è che la conformazione del bretellato è tale che puoi grattarti comodamente i coglioni, un prtoblema questo che per chi viaggia in inverno in moto ha grande importanza :-) )
per i miei viaggi estivi, invece, abbigliamento a cipolla: un buon completo traspirante estivo e protettivo (e a volte neanche quello), e antiacqua tucano, che occupa poco spazio e che uso al bisogno

Se cado mentre piove.... ricomprerò l'antiacqua (già messo in conto)

Spendo una parola per il motoairbag: un prodotto tecnico molto utile realizzato da persone a mio parere molto preparate. L'ho acquistato 3 anni fa e cerco di indossarlo sempre, per come mi sono documentato, può fare veramente la differenza

Un saluto
per alcuni la moto è un piacere, per altri uno stile di vita
Gunther 482k (retired) - R 1200 GS ADV LC -
fedro.altervista.org - YT Fedro919
Rispondi